Mentre in molti istituti italiani continuano a fare quello che facevo io 25 anni fa, tipo colorare a mano, scrivere, scrivere, scrivere, scrivere e caricarsi di libri (*), in una scuola di Crema gli allievi studieranno con un notebook messo a disposizione dalla scuola.

(ANSA) – MILANO, 20 OTT – Non piu’ libri di testo, ma netbook sui banchi di una scuola di Crema. All’istituto Pacioli, per ragionieri e geometri, i circa 1.600 studenti entro i prossimi cinque anni avranno tutti un loro computer. La prima tranche di consegna dei pc, che ha riguardato le 15 prime classi, e’ avvenuta ieri mattina. Gli studenti che hanno iniziato a prendere confidenza con i loro netbook – che porteranno nello zaino al posto dei libri – sono 430: da adesso in poi seguiranno le lezioni con il computer.

(*) intendiamoci: è giusto che i ragazzi mantengano un contatto con le cose pratiche, tangibili, però il mondo è cambiato. Ben vengano quindi le tecnologie utilizzate per riempire qualche quadernone in meno, a vantaggio di una maggiore dimestichezza con gli strumenti che, un domani, serviranno a migliorare la qualità del lavoro e della vita.

(Maurizio)

ansa.it

Annunci