Li meriterebbe De Bortoli per la lettera scritta ai giornalisti del Corriere della Sera.

Se vi appassiona il tema della comunicazione vi consiglio di leggerla. Lì dentro non c’è solo una questione aziendale, di contratti, di mansioni, ecc, ma anche la visione di un giornalismo che dovrà aprirsi, per forza di cose, alle nuove tecnologie e dovrà integrarsi con nuovi canali di informazione che avranno sempre meno a che fare con fogli di carta, tempi di stampa e inchiostro. Un giornalismo che dovrà vivere la multimedialità come un fatto normale e non come un di più rispetto ai supporti cartacei.

(Maurizio)

corriere.it

Annunci