Ho aspettato un paio di giorni prima di commentare non tanto le parole di Napolitano sulle news via internet, quanto i commenti alle parole di Napolitano sulle news via internet. Ora, non mi permetto di insegnare nulla a chi crede di avere la verità in tasca, però credo si possa fare in scioltezza un’analisi veloce di questo pensiero, così come riportato nell’articolo linkato:

Sarà un fatto di generazioni ma non riesco ad abituarmi all’informazione solo attraverso internet

Intanto inizia con sarà un fatto di generazioni, che vuol dire, in sostanza, dare una prima risposta alla domanda: perché certe persone hanno una maggiore dimestichezza con l’utilizzo delle nuove tecnologie rispetto ad altre? E’ una discreta analisi, se si pensa che molti individui ben più giovani del Presidente non vogliono confrontarsi con l’informazione via internet e non hanno neanche la volontà di chiedersi perché.

Poi:

non riesco ad abituarmi all’informazione solo attraverso internet

che non vuol dire non riesco ad abituarmi all’informazione attraverso internet, ma all’informazione solo attraverso internet. Si intuisce che il problema non è il mezzo di comunicazione, ma l’utilizzo solo di quel mezzo di comunicazione, che potrebbe portare ad effetti non diversi dall’utilizzo un qualsiasi altro unico mezzo di comunicazione. E’ vero perché lo ha detto la tv, come si diceva da piccoli, in pratica non sarebbe tanto diverso da è vero perché lo ha detto il web, con tutte le conseguenze del caso. Esiste poi una fascia di popolazione che avrebbe tutto il diritto di continuare a gradire l’informazione ricevuta attraverso canali tradizionali, vedi i lettori di una certa età dei principali storici quotidiani italiani.

Ci voleva tanto? No. Eppure una discreta parte del popolo di internet si è sentita in dovere di risentirsi, come se abituarsi ad utilizzare il web debba per forza essere un dogma per tutti e, soprattutto, come se l’informazione via internet – che, a volte, altro non è che la stessa informazione veicolata attraverso i media tradizionali – debba per forza rappresentare il vero assoluto.

La famosa verità in tasca di cui sopra, appunto.

(Maurizio)

Annunci