Pasquale, per festeggiare i 40 anni della sua 500, ha organizzato un giro d’Italia con la piccola e fedele utilitaria. Partenza prevista: 26 febbraio, giorno del compleanno della quattroruote. Provo grande simpatia per queste iniziative, anche perché oltre l’apparente vena simbolica, il giro della penisola con la macchina più amata dagli italiani – e non solo, vedi Cars e Lupin III, non so se mi spiego – propone diverse chiavi di lettura, diversi temi, diverse argomentazioni molto importanti e attuali, visto il periodo che stiamo attraversando.
Un giro d’Italia per riabbracciare gli amici e conoscerne di nuovi, per abbracciare il Paese, riscoprire e valorizzare le eccellenze che ci hanno permesso, proprio come nel periodo del boom della macchinetta torinese, di raggiungere livelli di competitività elevati in patria e all’estero in diversi settori dell’industria. Un viaggio attraverso i luoghi della memoria, i ricordi belli e brutti della storia nostrana recente e passata, i luoghi dell’arte e della cultura del Belpaese.

5000 km circa per sensibilizzare l’opinione pubblica sulle tematiche afferenti l’ambiente, l’ecologia e i combustibili alternativi, e non potrebbe essere altrimenti, perché la piccola 500 è dotata di impianto GPL e un piccolo impianto fotovoltaico che alimenterà alcuni strumenti di bordo.

Mi sono permesso di provare a sintetizzare l’idea con un post, ma sarebbe cosa buona e giusta leggere le informazioni sul positivo ed ecologico progetto di Pasquale sul sito ioelamia500.it.

Ma poi, che c’azzecca un post così su I(r)Radiati?

Beh, sarebbe bello se qualche radio, televisione, giornale o sito internet (oltre quello dell’iniziativa) si prendesse l’impegno di raccontare, con grande abilità comunicativa, il viaggio della 500 di Pasquale. Parlo di grande abilità comunicativa perché sarebbe anche inutile se una radio, ad esempio, seguisse tale manifestazione col piglio di molte radio di oggi, e cioè un minuto di voce impostata in un mare di musica discutibile, senza interviste, montaggi, schede e cose così. Insomma, io a queste cose ci tengo. 🙂

Complimenti a Pasquale e ai suoi amici. Buon viaggio.

ioelamia500.it

(Maurizio)

Annunci