La sera, mentre i palinsesti televisivi urlano il telegiornale, su Radio Monte Carlo va in onda un signore raffinato che, con un timbro di voce di una nota superiore alla serenità, parla di persone e cose vicine e lontane attraverso gli occhi e l’esperienza di un viaggiatore, uno di quelli che vorresti incontrare, per caso, per strada, su una nave, in un autobus o almeno in ascensore, sapendo che il minimo scambio di opinioni su qualsiasi tema, dagli usi e dalle tradizioni locali a questa città che una volta era tutta campagna, sarebbe comunque fonte di arricchimento umano. 

Maurizio di Maggio sarà anche sempre in viaggio ma, per fortuna nostra, si ferma ogni sera, dalle 20.00 alle 22.00, sulla radio del Principato di Monaco, per raccontarci un pezzetto di mondo visto da un oblò e per ricordarci che trasmettere in un’emittente commerciale non vuol dire necessariamente dire uazzzammmeriga più velocemente possibile. E a pensarci bene fermarsi in radio è già di suo un bellissimo controsenso, perché – sempre per fortuna nostra –  la radio è ancora un mezzo di trasporto, oltre che di trasmissione.
Insomma, gli I(r)Radiati consigliano Di Maggio e, con lui, la buona radio, quella che consente ancora adesso di muoversi e di essere ovunque, anche solo con la fantasia. 

Qui, la pagina di Maurizio di Maggio nel sito di RMC. 

(Maurizio)

radiomontecarlo.net

Annunci