Venerdì sera ho ascoltato un pezzo di una registrazione di un programma che curavamo, io come tecnico e un amico come speaker, in una radio locale, circa 11 anni fa. 

Tra una risata e un’altra, non nascondo di aver provato una minima emozione nel sentire un passato radiofonico fatto di lettori CD, giradischi, registratori a bobine, jingles machine, dizione uotsamerica e brani dance anni ’90 riaffiorare grazie ad un collegamento ADSL con il 1997, roba da far impallidire DOC e il suo cane Einstein.

Alla fine della fiera eravamo bravini, la forma era quella di una discreta radio locale e i jingles ancora oggi riuscirebbero a stare davanti a certe produzioni anni ’80 così anni ’80 da sembrare vintage. 

Insomma, non lo sentivo così lontano, quel 1997. 

E’ stato alla fine, quando il conduttore ha ricordato che per comunicare con noi bastava scrivere all’indirizzo che dà il titolo a questo post, che ho pensato a come passa il tempo quando ci si diverte.

Annunci