Su Facebook c’è anche la pagina della Radio dei Navigli , web radio che a sua volta,  prende il nome da quella Radio dei Navigli che, anni fa, era una delle mete locali scelte nell’FM dai radioascoltatori del sud ovest milanese.

Ne avevo già parlato nel mio blog, di RdN, e lo faccio ancora, ben volentieri.

Una web radio con tanti programmi, realizzata da ragazzi del quartiere Barona, nel sud ovest di Milano. Dal locale al globale, dalla modulazione di frequenza al social network, gli approfondimenti sui temi trattati dallo staff di RdN escono dall’ambito della zona 6 per diventare di rilievo nazionale, dando finalmente un senso al significato di webradio locale così come dovrebbe essere: parlare di noi per parlare di tutti.

La radio è – o dovrebbe essere – sinonimo di creatività. Poi la realtà è sempre diversa, e questo lo sappiamo, ma non per le radio in internet, che spesso riescono a tirare fuori dal cilindro l’idea che difficilmente ti aspetteresti dal direttore di una radio tradizionale, come Creative Music, in onda da mezzanotte alle otto, una selezione di musica con licenza Creative Commons. 
Tanta musica e, soprattutto, tanta voglia di promuovere i gruppi e gli artisti emergenti con programmi come Promo Space, spazio dedicato alle band emergenti e alla già citata musica Creative Commons.

Una web radio che interpreta il ruolo di web radio come dovrebbe interpretarlo qualsiasi web radio e, soprattutto, qualsiasi radio locale: spazio a idee nuove, musica nuova, voci nuove e contenuti utili.

In bocca al lupo, come sempre. 

(Maurizio)

Annunci